Via Brera – Mercato immobiliare

Via Brera rappresenta l’1% delle transazioni immobiliari di Milano e le quotazioni immobiliari in questa via sono cresciute esponenzialmente negli ultimi 20 anni. Le quotazioni immobiliari vanno da 8.000,00 €/mq fino ad arrivare anche ai 14.000,00/15.000,00 €/mq per le tipologie più ricercate. È una forbice sicuramente molto ampia proprio in virtù delle caratteristiche intrinseche ed estrinseche dell’unità immobiliare che si va a valutare. Le richieste per gli immobili con determinate caratteristiche come piani alti, spazi esterni, vista panoramica sono costantemente in crescita mentre l’offerta di case di lusso con queste qualità è da sempre piuttosto bassa. Questo non fa altro che aumentare il divario tra la quotazione minima e massima di Via Brera.

Nonostante sia una via piuttosto lunga, aspetto che solitamente in una città piccola come Milano fa oscillare i valori immobiliari, riesce a mantenere praticamente intatti i valori delle abitazioni di pregio vendute con le caratteristiche sopra citate. Partendo dalla Via Solferino attraversa il quartiere Brera, passando davanti alla rinomata Accademia delle Belle Arti e la Biblioteca Nazionale Braidense incrocia Piazzetta Brera, Via Del Carmine per finire poi in Via Dell’Orso che fa un po’ da spartiacque tra il Quartiere Brera e il l’area Scala – Manzoni.

È bizzarro scoprire come un quartiere così elegante derivi dal termine braida, che in latino significa campo incolto, e che un tempo sia stato un quartiere a luci rosse e popolare. Gli artisti che fin dal XIX secolo gravitavano attorno all’Accademia di Belle Arti hanno trasformato il quartiere in uno dei più caratteristici di Milano. È proprio intorno all’arte e alla cultura che Via Brera, come tutto il quartiere che la circonda, fonda le proprie radici per divenire oggi il più richiesto della città. Gli edifici storici, la presenza dell’espressione Liberty e i servizi che mette a disposizione il quartiere hanno attirato l’attenzione di numerosi acquirenti facendo lievitare la domanda di abitazioni e case di lusso.

 

 

Brera Design District

Nel 2009 Brera diventa Design District del Fuorisalone, evento che si svolge in parallelo con Il Salone del Mobile. Il Brera Design District è una sorta di centro culturale 2.0. È un progetto che racchiude all’interno di una piattaforma tutte le attività commerciali che rappresentano al meglio l’identità del luogo, con l’obiettivo di raccontare realtà e storie che rendono unica e speciale questa parte di Milano.

In questo periodo tutti gli spazi del Quartiere Brera si trasformano per dare vita all’evento più atteso dell’anno dagli addetti ai lavori e anche lo Showroom di Level House si presta a questo evento ormai da diversi anni. Uno degli eventi cui ha partecipato è il FuoriSalone 2019.

Via Brera – un po’ di storia

Come dicevamo è bizzarro notare come un quartiere così elegante derivi dal termine braida, che in latino significa campo incolto, e che un tempo sia stato un quartiere a luci rosse. Ma partiamo dall’inizio…È sotto la dominazione austriaca, con Maria Teresa d’Austria che Brera diventa il fulcro del sapere e dell’arte perché vennero costruite l’Accademia delle Belle Arti e la Biblioteca Nazionale Braidense. Il Quartiere ospita anche l’Osservatorio Astronomico, l’Istituto di Fisica Generale Applicata, l’Orto Botanico, la Pinacoteca e l’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere.

All’interno del quartiere troviamo vie rinomate come Via Pontaccio, Via Dei Giardini, Via Fatebenefratelli, Via Ponte Vetero, Via Monte di Pietà e Via Mercato. Passeggiando per queste vie incontriamo colorifici, antiquari, case Vecchia Milano e Palazzi storici, come ad esempio Palazzo Citterio.

Curiosità sul Quartiere

  • Nel cuore di Brera troviamo 2 vie in antitesi: Via Fiori Chiari, in cui c’era un Collegio Femminile, e Via Fiori Oscuri dove sorgeva un bordello.
  • All’interno della Chiesa di San Marco si trova l’organo più antico della Lombardia, secondo in Italia. Suonato da Mozart, è stato utilizzato anche da Giuseppe Verdi per la prima Messa da Requiem.
  • Lo storico Bar Jamaica di Via Brera, inaugurato nel 1911, fu frequentato dai personaggi più famosi del tempo, tra cui Benito Mussolini, Lucio Fontana, Salvatore Quasimodo e Giuseppe Ungaretti.

Vuoi vivere in questa zona? Descrivici la casa che vorresti e noi la troveremo per te

Hai una casa in questa zona e vuoi sapere quanto vale? Lasciaci i tuoi recapiti