Mercato immobiliare di lusso a Milano non si ferma

Il mercato immobiliare di lusso a Milano non si ferma. La pandemia non ha frenato questo settore, anzi, ha trasformato i bisogni delle persone, che hanno iniziato a richiedere dimore più confortevoli e vivibili, con ampie terrazze. Ora, nonostante la guerra in Ucraina che ha portato l’inevitabile uscita di scena dal mercato Real Estate degli oligarchi russi, il mercato residenziale del lusso non dà segni di cedimento.

Il mercato immobiliare di lusso non cede e i prezzi rimangono stabili

Come anticipato nel paragrafo precedente, i compratori russi sono stati tagliati fuori dal mercato Real Estate, ma al loro posto nuovi protagonisti del lusso, specialmente arabi, hanno iniziato ad interessarsi in modo spasmodico agli immobili luxury in Italia. Perché il mercato immobiliare di lusso continua a crescere nonostante Covid e guerra? Incentivi fiscali per riqualificazione ed efficientamento energetico non sono le sole ragioni. Ci sono altre due motivazioni per cui i prezzi continuano a rimanere stabili. Una è sicuramente la necessità di ottenere condizioni migliorative nella propria abitazione, infatti sono richiesti spazi più ampi. L’altra è il ritorno all’investimento. L’immobile è sempre stato un bene rifugio, ancora di più se è di pregio. Proprio per questo molti investitori sono alla ricerca di case di pregio da acquistare e mettere a reddito.

 Secondo l’analisi di Team Research di Dils, uno dei principali operatori in termini di volumi transati nel mercato italiano, nel primo trimestre 2022 ci sono stati 3,4 miliardi di euro di investimenti nel settore immobiliare in Italia.

Nel settore living ci sono stati investimenti per un totale di 526 milioni di euro (16% del totale investito), dieci volte superiore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e quasi il 70% del valore dell’intero 2021. Il capoluogo lombardo, che assorbe il 60% degli investimenti totali nel living, continua ad attirare l’attenzione degli operatori con nuove iniziative di sviluppo residenziale. I progetti PRS in pipeline contano circa 7.600 unità di edilizia libera in affitto di cui l’80% riguarda il prodotto di nuova edificazione BtR (Build to Rent).

 Anche dal punto di vista del mercato residenziale della compravendita i risultati sono stati eccezionali: nel 2021 a livello nazionale il numero di compravendite sono state circa 748.500, con un incremento del 34% sul 2020 e del 24% sul 2019. Milano, con quasi 27.000 di compravendite, registra la miglior performance di sempre (+24,5% sul 2020 e + 2,6% sul 2019).

Se hai un appartamento o attico in centro approfitta del momento favorevole

e richiedi la valutazione del tuo immobile